Cape Best, Fuorisalone 2018

Per il Fuorisalone 2018, Cape Best rinnova la sua proposta accogliendo, accanto ai suoi artisti e designers, nuovi e sorprendenti nomi dal Sudafrica e da altri Paesi Africani.

Ecco allora che in questa edizione del Fuorisalone viene presentato Lisa Firer Design, team di artiste di Città del Capo e che sotto la guida della designer Lisa Firer realizza a mano preziosi oggetti in porcellana.

Il design degli oggetti è caratterizzato da forme morbide e dalla affascinante leggerezza e traslucenza tipica della porcellana. Le lastre di materia vengono modellate, ripiegate e decorate a mano in una collezione di pezzi unici.

Da citare anche le lampade di Ngwenya Glass dello Swaziland, realtà riconosciuta internazionalmente per la creatività ed accuratezza nella lavorazione del vetro.

Sotto la guida artistica di Sibusiso Mhlanga, formatosi in Svezia con Jan Erik Ritzman, uno dei più noti artisti del vetro al mondo, la piccola azienda lavora il vetro, producendo oggetti per la casa tra cui  le lampade, che con la loro superficie “a onda” si impongono per la loro innovatività ed impatto estetico. Cape Best propone le lampade con cavi elettrici colorati, così da valorizzare al massimo l’unicità creativa del prodotto.

Da segnalare ancora i geniali sgabelli/contenitori di Pedersen+Lennard di Woodstock, Città del Capo, presentati in occasione del Fuorisalone 2018 con nuove sedute ricoperte con tessuti Ardmore, fortemente caratterizzati ed iconici dell’arte africana. Con Ardmore, realtà creata nel Kwazulu Natal (Sudafrica) dall’artista Fée Halsted nativo dello Zimbabwe, collaborano molti artisti locali, che insieme e sotto la guida di Fée, danno vita ad una comunità artistica ben conosciuta in Sudafrica e nel mondo, per la grande forza espressiva delle sue creazioni.

Non mancheranno nell’esposizione di Cape Best le affascinanti cornici in legno recuperato di Luna Designs, gli eleganti attaccapanni-sculture in legno di John Vogel, i divertenti e coloratissimi animali di MonkeyBiz, e naturalmente i pregiati vini provenienti da alcune cantine secolari del Western Cape.

Si vogliono ricordare la collaborazione con il duo di designers CARA \ DAVIDE, che hanno collaborato nella realizzazione dell’allestimento, e con MiBACT, Mosca Partners e MIA Photo Fair, organizzatori della mostra AfricaAfrica tenutasi a Palazzo Litta a marzo, che hanno presentato alcuni dei nuovi artisti e designers che Cape Best è lieta di ospitare al Fuorisalone 2018.

Tra questi, Siwa Mgoboza di Cape Town, con i suoi lavori fotografici e tessili della serie “Les Etres d’Africadia” in cui incorpora “isiShweshe”, un abito sudafricano ivi portato dagli Inglesi e proveniente dalla cultura indiana. Con questi tessuti Siwa veste individui indefiniti, proiettando l’osservatore verso una originale riunificazione di culture e generi.

Ed ancora Jean Servais Somian della Costa d’Avorio, con la stupefacente panca scolpita a mano in legno di palma di cocco “Banc Mechoi”, che si impone per la sua essenzialità ed eleganza.

Ed infine due artisti del metallo, provenienti entrambi dal Burkina Faso: Ousmane Kouyate con il suo armadio di metallo smaltato “Colonne Wemtenga” ed Evariste Ouedraogo con i suoi piatti di metallo “Leo Plats” ricavati dai barili del petrolio.

Tutto ciò in un tripudio di colori… da scoprire insieme! Appuntamento nella shop gallery Cape Best in corso Garibaldi 44, tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00.

Advertisements